• Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

  • Il WWF vicino a te!

prev next

NON VOGLIAMO UNA TRANSIZIONE CHE NON PORTA AL CAMBIAMENTO - I FINANZIAMENTI NON VADANO ALLE FONTI FOSSILI (E AL NUCLEARE)
SABATO 12 FEBBRAIO ALLE ORE 10 IN P.zza GRANDE (lato Duomo) PARTECIPIAMO ALLA MOBILITAZIONE NAZIONALE

 ATUTTOGAS copertinaFB 851x315px

 Dieci anni fa a Livorno si parlava di rigassificatore e discutevamo animatamente dei problemi che questa infrastruttura avrebbe creato al nostro mare che appartiene al Santuario dei Cetacei. La nostra opposizione, insieme a quella di tante altre realtà ancora più vive e attive di noi sulla questione, non fu sufficiente.

Il WWF in quel periodo concentrava la sua lotta contro le centrali a carbone, il combustibile fossile più “sporco”, e riteneva effettivamente il gas naturale una fonte energetica che poteva aiutare la transizione graduale verso le energie rinnovabili. 10 anni sono passati: nel campo delle tecnologie sono un tempo enorme e oggi il problema del cambiamento climatico è diventato un’emergenza a cui rischiamo di non poter più porre rimedio.
Eppure scopriamo che l’enorme opportunità dei soldi (tantissimi) che dovrebbero arrivare dall’Europa andrebbero ancora a finanziare abbondantemente fonti fossili come il gas: il Ministero della Transizione Ecologica sta valutando interventi per 30 miliardi di euro legati a più di 115 interventi infrastrutturali del gas, tra cui 50 centrali a gas per 20.000 MW di nuova potenza distribuita in 16 Regioni italiane. Infrastrutture nuove invece non servono affatto: quelle già esistenti sono più che sufficienti ad accompagnare l’uscita dal carbone verso un utilizzo diffuso e massiccio di rinnovabili. C’è inoltre la volontà di rispolverare pericolose e velleitarie ricette come il nucleare.

12.OL.VALDICORNIA 1Ad inizio 2022 é nato all'interno del WWF Livorno, l'Osservatorio Lupi Val di Cornia. Il suo scopo è quello di creare una rete nazionale di gruppi volontari, coordinati dal WWF Italia, che possa supportare e migliorare lo stato della conoscenza della popolazione italiana di lupo e favorire una corretta e veritiera informazione in merito. Il gruppo locale( attualmente 5 membri), contribuisce al monitoraggio del lupo( Canis lupus italicus) e alla diffusione di una corretta informazione della specie sul nostro territorio.
Per il raggiungimento di tale scopo si potranno svolgere le seguenti attività:
- raccolta immagini e video, attraverso l'uso di fototrappole e loro condivisione nel database nazionale;
- raccolta segnalazioni opportunistiche sulla presenza o avvistamenti di lupi, provenienti da terzi, che verranno inseriti nel database una volta verificate;
- produzione e distribuzione di materiale ed organizzazione di eventi di informazione e sensibilizzazione, su tematiche inerenti la biologia ed ecologia della specie e sulle strategie di coesistenza uomo lupo.
A breve istituiremo pagine social dedicate.
Chiunque voglia informazioni, partecipare alle attività o segnalare una presenza, potrà contattarci alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mappaIl giorno sabato 29 gennaio 2022, dopo tanti mesi passati a camminare, esplorare, pensare e sognare insieme, la prima mappa di comunità dei Monti Livornesi è stata finalmente presentata ai cittadini! Finanziata dall’Autorità della Partecipazione Pubblica della Regione Toscana e realizzata insieme dai Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo e dalle tante Associazioni appartenenti a Occhi sulle Colline, con il supporto tecnico dello spin off dell’Università di Firenze MoCa Future Designers, la mappa ha l’obiettivo di raccontare in maniera grafica e narrativa la biodiversità, i saperi, le bellezze e la ricchezza culturale e naturale dei Monti Livornesi. E' disponibile sul sito web www.mappadeimontilivornesi.it dove troverete altri importanti contenuti e dei bellissimi video. La mappa non rappresenta la fine o il punto di arrivo, ma l’inizio di un percorso di conoscenza e valorizzazione dei Monti Livornesi.

 

Per la quinta edizione, ad ottobre 2021, abbiamo organizzato un Trekking Urbano di circa 6 km, aperto a tutta la cittadinanza. Siamo partiti dal parco pubblico di Villa Fabbricotti, nel centro cittadino e dopo aver attraversato varie aree verdi e altri parchi siamo arrivati al parco pubblico di Villa Corridi nella in periferia Sud Est della città alla scoperta di un percorso “verde” che unisca i due parchi.

 

Urban 2021 Banner 

La tutela delle Foreste è una delle principali emergenze a livello mondiale, esse rappresentano veri scrigni naturalistici ospitando l’80% della biodiversità terrestre e sono indispensabili per la regolazione del clima e la mitigazione del riscaldamento globale. Purtroppo risultano sempre più minacciate dallo sfruttamento umano ed oltre alla drammatica e ben nota condizione di molte foreste tropicali anche in alcune zone della nostra regione stanno emergendo situazioni preoccupanti. Il bosco continua ad essere principalmente considerato come una risorsa produttiva piuttosto che come un valore assoluto e l’impatto dei tagli a ceduo per la produzione di cippato rischia di assumere proporzioni molto impattanti. Il business delle biomasse ha dato inizio ad uno sfruttamento industriale dei boschi che potrebbe diventare assolutamente insostenibile e nel quale oltretutto non è presente nessuna valorizzazione poiché la grande maggioranza della produzione legnosa toscana è costituita da cippato e legna da ardere. In assoluto non è in discussione la superficie risultante come bosco ma la qualità degli stessi. Come WWF condividiamo già da qualche anno la frase “la Toscana è ricca di boschi poveri” infatti una foresta sottoposta a taglio ceduo per moltissimi anni non potrà più essere definita tale, solo un bosco maturo, idealmente vetusto, può ospitare una notevole biodiversità così come può garantire capacità di assorbimento di anidride carbonica nettamente superiori. Il termine vetusto si applica a boschi in cui da molti anni non si è verificato nessun intervento umano presentando così caratteristiche proprie di un bosco naturale, purtroppo si stima che solo l’1,6% della superficie forestale nazionale possa definirsi tale, si comprende quindi quanto sia importante segnalare i boschi maturi auspicando idonee azioni di mantenimento affinchè possano diventare vetusti in un futuro prossimo.

Foto 1 rid

Per questi motivi alcune sezioni WWF della Toscana, sostenute dal WWF Italia, hanno ideato e stanno portando avanti il progetto “Forests for Life Toscana” il cui scopo principale è quello di proteggere i boschi, informare, sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza e gli istituti scolastici, promuovere gestioni forestali maggiormente sostenibili e fare pressioni sulle istituzioni e i portatori di interesse. E’stato realizzato anche uno specifico sito internet all’interno del quale troverete maggiori dettagli e molte informazioni https://www.forestsforlifetoscana.it

gadgetsmaglia orme quaderni
Con il tuo sostegno
, puoi aiutarci a realizzare i nostri progetti a livello locale e contribuire a creare un mondo di armonia tra uomo e natura.

Contattaci per lasciare una donazione: puoi scegliere alcuni dei nostri gadget. Le novità di quest'anno: le magliette WWF "Impronta" (16 euro donazione minima) e i taccuini rilegati a mano con copertina "Farfalle" e "Tartarughe" (5 euro donazione minima).

Calendario eventi

Giugno 2022
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

I prossimi eventi

Nessun evento

 

Privacy